Cosa fare nel mese di agosto

agosto relax

Forse non lo sai ancora ma agosto è il tuo asso nella manica!

Ho sentito questa frase circa tre settimane fa “Agosto è il tuo asso nella manica!” e da allora mi ronza nella testa come il ritornello del tormentone estivo che magari non mi fa neanche impazzire, ma lo sento un paio di volte e mi si installa nella testa.  Quella frase invece l’ho sentita solo una volta. E’ stato in effetti ciò che seguiva a colpirmi ancora di più. Mi aspettavo un elenco di attività da svolgere ad agosto, diciamo le classiche (la visita ai musei, i posti più ‘cool’ dove fare aperitivi con gli amici, le spiagge più belle dove andare al mare o le varie attività in città). Invece è andata diversamente ed è proprio questo il messaggio che voglio condividere.

“Quando torno dalle ferie mi iscrivo a quel corso”.

Di solito i buoni propositi si rimandano a settembre, l’inizio morale dell’anno… o a gennaio. Io da buona procrastinatrice cronica l’ho detto un sacco di volte. “Ah si, a settembre riprendo yoga”  “A settembre basta, mi metto un po’ a dieta perchè quest’estate sta pancetta qui mi ha dato veramente fastidio!!”.

Ma c’è stato sempre un “poi”. Per me c’è sempre stato un poi, lo ammetto; c’è sempre una scusa o una motivazione valida (la chiamo così quando voglio raccontarmela meglio!), un qualcosa che immancabilmente succedeva sempre, e ovviamente sempre più importante. Soprattutto se riguardava gli altri anzichè me.

Del resto, diciamocela tutta, le scuse per rimandare i progetti di settembre, ci sono per davvero: ricomincia il lavoro, la scuola, il corso di ginnastica artistica delle bimbe. Ricomincia a girare il mondo, in poche parole. Non so voi… ma la fine che faccio io è esattamente questa: mi ritrovo avviluppata in un mulinello che gira frenetico dalle 7 del mattino alle 11 di sera. Stanca, ogni sera, prima di andare a letto, penso che non sono riuscita a ritagliarmi nemmeno un po’ di tempo per me.

Cosa c’entra tutto questo con agosto vi state chiedendo?

E’ vero, io divago un po’ 🙂 Fateci pure l’abitudine se vi verrà voglia di venire a trovarmi in questo posticino ogni tanto. Le griglie rigide non mi sono mai piaciute 😉

Il pensiero che voglio condividere è che

la vacanza è il momento migliore per iniziare qualcosa

Non solo la vacanza è il momento migliore anche per rilassarsi e magari oziare anche un po’, fermarci un attimo e rifocalizzarci su quello che abbiamo fatto, quello che siamo diventati, ma soprattutto pensare davvero a quello che vogliamo ancora fare e diventare.

Sapete, io ci ho pensato davvero tanto. E finalmente voglio fare qualcosa per me.

Il mio sogno è quello di costruire la mia attività in proprio. Non credo però ai progetti che si realizzano in un giorno, tutto richiede del tempo. Secondo me il miglior modo di impiegare il tempo, se si vuole realizzare un obiettivo è informarsi, leggere, studiare. Un libro in mano è un ottimo metodo per  salire il primo gradino. La strada la sceglie ognuno di noi.

Da dove comincio? Posso fare qualcosa per me stessa a partire da adesso?

Questo è quello che ho pensato. Si, avevo un sacco di interessi… che di punto in bianco ho accantonato nel momento in cui ho avuto la mia prima figlia, e dopo due anni la seconda. Anche questa è una scusa bella e buona perché non sono l’unica mamma sulla faccia della terra e anzi, conosco donne che gestiscono lavoro, casa, famiglia, hobby e attività parallele con l’arte di chi lo fa anche con naturalezza (e qui poi scatta anche il senso di inadeguatezza… è capitato anche a te? Come vedi sei in buona compagnia :-)).

Una convinzione non mi  ha mai abbandonata:

abbiamo tutti il diritto di trovare la nostra dimensione.

Credo che ognuno di noi possa e, anzi, debba trovare la propria dimensione. Senza chiedere il permesso di realizzarsi, di essere felice, di avere successo. Perchè la verità è che quando lo fai, non a tutti va bene. A qualcuno sembri egoista perchè inizi a pensare a te stesso, per qualcuno diventi “diverso” perchè crescere a livello personale, ti cambia. E quindi, qual era la domanda?

Cosa fare nel mese di agosto?

Nel mio caso la risposta è una sola: fermati, pensa e riparti da zero per cercarti dove ti eri perso.

Io riparto semplicemente dall’inizio.

Da quello che mi ha sempre ispirata, da ciò che in ogni fase e momento della mia vita mi ha accompagnata, a volte salvata, spesso allargato la mente.

Riparto dalla mia passione per la lettura.

Adoro da sempre leggere. Per fare quindi qualcosa per me, nell’immediato, ho comprato due libri online: Ted Talks di Chris Anderson (quando il mio livello di inglese lo permette, leggo la versione originale, per comodità vi lascio il link alla versione italiana) e Codice Montemagno di Marco Montemagno.

Siccome volevo essere certa di fare davvero qualcosa di importante per me stessa, il 16 agosto 2018 ho creato la mia pagina Facebook LeggiAmo

Il mio posticino dove parlare dei libri che leggo, degli spunti di riflessione che ne traggo, di curiosità dal mondo della lettura, ma non solo. Dove parlare con tutte le persone che avranno voglia di farmi visita, scambiare pensieri e consigli. Il mio augurio (e il motivo per cui l’ho creato) è che questo blog possa essere un punto di riferimento per tutte quelle persone che, come me, amano la lettura e sono convinte che leggere sia la migliore terapia del mondo a qualsiasi stato.

Più avanti parlerò dei libri che ho acquistato online e che io e il mio compagno abbiamo praticamente divorato!!

Se non altro ho anche la grande soddisfazione di non esser stata la sola ad aver ripreso un hobby tanto amato. Quando eravamo fidanzati e le nostre figlie ancora non erano avvolte nel canovaccio della cicogna, trascorrevamo intere serate dopo il lavoro, leggendo chi sdraiato sul divano e chi sul balcone con una birra fresca. Quando ci rifiutavamo di comprare la televisione e i nostri amici ci chiedevano come si faceva a vivere senza tv… Ma questa è un’altra storia 🙂

Quel che voglio dire in definitiva… è che ogni mese può essere il nostro “agosto” 😉 non è necessario aspettare le ferie per fermarci a pensare.

0 Shares:
Lascia un commento
You May Also Like